Il Natale in Italia è considerato una delle più popolari feste dell’anno. Questa festa, in primo luogo, è una festa familiare, che, di solito passa fra la persone le più care.

I cattolici devoti affermano che al servizio divino festivo, che viene svolto a alle dodici di notte, sono obbligati a essere presenti tutti i membri della famiglia.

Il giorno successivo tutti si riuniscono intorno a un grande tavolo. La cena è l’immagine dell’abbondanza di delizi di ogni specie: si può trattare di tacchinella cucinata in forno, salsicce di maiale, pasta, vino raffinati, diversi tipi di formaggi e panfrutto con frutta essicate, miele e noci.

il personaggio il più importante del Natale Italiano è il Babbo Natale. Come proprio Nonno Gelo, il Babbo Natale porta a tutti i fanciulli doni, gettandoli nelle calze attaccati sul camino oppure li nasconde sotto l’abete.

Per il Babbo Natale, i bambini lasciano, ancora di sera, sul camino un rinfresco: un bicchiere di latte e cioccolato, quindi, loro lo ringraziano in anticipo per i regali.

I ragazzi italiani rispettano una tradizione unica speciale – scrivere una lettera di gratitudine ai genitori e lasciarla sotto il loro cuscino.

Il biglietto osservata «accidentalmente» dal capo della famiglia è letto ad alta voce nella Vigilia del Natale, dove tutti si riuniscono insieme la famiglia.

Per le feste, le strade della città si trasformano assolutamente.

Le case vengono decorate di ghirlande accese, mentre che nelle piazze vengono installati presepi sul tema biblico, che sono un elemento immancabile della festa – l’abete di Natale.

Gli italiani si fanno installare l’albero di Natale anche case e l’addobbano con nastro, globi, cavalli a dondolo.

Per puntale, in cima del bellissimo albero verde, immancabilmente è necessario risplendere la stella. Nel decoro festivo, in questi momenti, regna il colore rosso, colorato un po’ di oro e note di verde.

Un’altra usanza natalizia, è direttamente collegata al Ceppo di Natale.

Si tratta di un tronco semplice, il quale viene inserito nella casa dal capo della famiglia e viene acceso nel focolaio. La detta tradizione ha lo scopo di richiamare nella famiglia la felicità e la prosperità.

Attualmente assai spesso, al posto del tronco autentico, si cucina un pasticco in forma di ceppo che viene mangiato senza lasciare un briciolo.